Meditazione per Agire, Non Reagire


"Calmati e rivendica te stesso".

"Se puoi fare questa meditazione per 11 minuti al giorno, molto presto ti accorgerai che sei una persona cambiata. Fischiare il respiro attraverso la saliva ha un effetto molto magnetico sul corpo. Spingere il respiro fuori come un cannone, porta via tutto ciò che non è necessario per il tuo essere. La posizione contiene la tua energia all'interno, con la posizione delle braccia che lavorano su importanti punti meridiani.

Banner Centro Yoga & Massaggi Sat Nam
Tu vivi per il respiro e muori per il respiro. Se mediti sul tuo respiro, poi Pavan Guru, la conoscenza del Pranic Vidya, la conoscenza della creazione e della creatività e di tutte le incarnazioni, sorgerà su di te. Potrai iniziare a vincere te stesso. Se cominci a dare valore al tuo respiro, al tuo ambiente, alla tua proiezione, poi un giorno rimarrai sorpreso che tutti, a loro volta, daranno valore a te"

Postura: Siedi in posizione facile con la schiena dritta, il mento in dentro e il petto sollevato. Piega i gomiti e solleva gli avambracci in modo che i gomiti non riposino sulle costole. Dal gomito alla punta delle dita, gli avambracci sono ad un angolo di 45 gradi in avanti. Le mani sono in Gyan Mudra, la punta del pollice tocca la punta del (indice) dito di Giove.

Occhi: Chiudi gli occhi.

Respiro: Inspira profondamente attraverso le labbra increspate con un fischio (3-4 secondi), trattieni il respiro (3-4 secondi) e come un cannone espira attraverso la bocca. (il respiro a cannone è una potente espirazione dal punto dell'ombelico attraverso la bocca. Le guance sono ferme e la pressione del respiro passa sopra la lingua e la bocca, senza rigonfiamento delle guance). 11 minuti.

Per terminare: Inspira profondamente, trattieni il respiro per 10-15 secondi mentre allunghi la colonna vertebrale e serri ogni fibra del tuo corpo. Espira come un cannone. Ripeti questa sequenza altre due volte. Rilassati.

© The Teachings of Yogi Bhajan 17 Gennaio 2000
Traduzione di Onkar Singh Roberto

(Per un'ampia raccolta di pubblicazioni sul Kundalini Yoga acquistabili online clicca qui)

Non Reagire
(estratto da "Man to Man: A Journal of Discovery for the Conscious Man", tradotto da Onkar Singh Roberto)

"L'uomo non è ciò che tu pensi l'uomo sia: l'uomo è un istituzione di grazia, non di reazione. Quando, come un uomo reagisci, non importa quale sia la tentazione, o quanto duramente il bottone è stato premuto, non sei un uomo. La differenza tra uomo e animale è così piccola, c'è una linea talmente sottile che non si può credere Se reagisci o provochi una reazione o chiedi di reagire o fai reagire, non sei un uomo. L'uomo non reagisce agli ambienti, alle circostanze e alle pressioni. L'uomo accetta la sfida e fa la sua strada. Stento a credere che si capisca quello che sto dicendo, perché quello che sto dicendo, è che le persone sembrano degli uomini, provano ad agire come uomini, parlano come uomini, e credono e sentono di essere uomini, ma in realtà non lo sono.

"La domanda è: qual è la tua forza ? Qual è la tua grinta ? La questione non è quello che le altre persone stanno facendo a te. Le persone faranno sempre delle cose, strane, cose negative. Saranno sempre gelose. Diranno sempre bugie, ma le bugie non vivono molto a lungo. Cercheranno di buttarti giù. La loro rabbia può raggiungere una capacità, una animosità, un desiderio di vendetta, che tu non potrai farci nulla. Ma non farla franca; invece, appena si presenta a te, solo ridici sopra.

Una donna disse ad un uomo, "Ehi, figlio di [xxx], mascalzone, idiota, oh, diavolo maledetto." Riesci a credere che tutto questo è stato detto tutto d'un fiato ? Ma basta vedere ciò che la sua risposta è stata. Sai cosa le disse ? "Oh uomo, questo è uno testo meraviglioso" e se ne andò. Non ci potevo credere. In tutta la mia vita non ho mai visto una cosa del genere. L'uomo era stato accusato, maltrattato, affrontato e lui disse: "Oh uomo, questo è uno testo meraviglioso. Non mi si adatta" e se ne andò. Non si preoccupò di dire, "Perché mi stai abusando ? Perché mi stai accusando ? Che male ho fatto ? Cos'è questo ? Cos'è quello ?" Non una parola ! Egli disse: "Oh uomo, oh uomo, questo è uno testo meraviglioso" e se ne andò sorridendo. Questa si chiama resistenza.

"L'idea è, per le persone, a essere forti e controllare i loro punti deboli. Quando si vuole fermare l'acqua che scorre in una direzione, si mette su una diga per fermare il flusso e quindi si apre un canale per poterla far fluire in un' altra direzione. L'energia umana funziona esattamente allo stesso modo. Interrompi il flusso verso il lato negativo o distruttivo e avrai una pari quantità di energia da far fluire in una direzione positiva. Basta ricordare: c'è una quantità X di energia in te e tu sei il suo padrone. Puoi usarla nel modo che vuoi e dirigerla dove vuoi che vada.

"Nella vita, gli uomini sono messi in discussione, sfidati e testati. Credi di essere un uomo o no ? Questa è la domanda. Puoi essere messo in discussione da tutto il mondo, e avere una risposta per questo ? E la tua risposta è: "io sono un uomo dell'Infinito" ? Se tu non vuoi chiamare te stesso "un uomo di Dio", allora chiama te stesso "un uomo dell'Infinito", quindi il tuo amore è con l'Infinito e nient'altro."
-
Ti è piaciuto questo articolo ?
Iscriviti a Sat Nam Newsletter e riceverai gratuitamente articoli, informazioni e suggerimenti sullo Yoga. Riceverai inoltre i link di accesso a 2 videolezioni complete in italiano di Kundalini Yoga con Onkar Singh Roberto.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Google+