Il mio Nome Spirituale è Onkar Singh. E il tuo ?


Io mi chiamo Onkar Singh (leggi in fondo) perchè nel Kundalini Yoga esiste la bellissima tradizione del Nome Spirituale. E a te che leggi, voglio spiegare e/o ricordare cosa significa avere un Nome Spirituale e perchè ti chiedo di chiamarmi Onkar Singh (per un'ampia raccolta di pubblicazioni sul Kundalini Yoga acquistabili online clicca qui):


Un Nome Spirituale è una vibrazione e uno strumento che aiuta ad elevare la tua energia attraverso il potere del suo Naad (corrente sonora interiore) e attraverso l'essenza divina del suo significato. E' la tua identità spirituale o dell'anima. Ti sfida a vivere nella tua coscienza più alta e aiuta a progredire verso la tua destinazione finale. Fare la scelta di ricevere un nome spirituale è fare un passo verso il lasciare alle spalle i vecchi schemi e collegarsi con il tuo Sé infinito.

"Il tuo nome spirituale è il tuo destino designato, la tua identità celeste. Questo è tutto ciò che è. Puoi o non puoi viverlo ma è la tua forza guida. Ed è una preghiera. Quando qualcuno mi chiama "Yogiji", ciò significa "colui che è unito con la grande anima". Quando qualcuno mi chiama "Bhajan", ciò significa "canto divino". E se qualcuno mi chiama "Harbhajan Singh", significa "il leone che canta il canto divino". E' una preghiera nella parola di altri uomini. Che cosa è una preghiera ? E' una chiamata. E tu rispondi alla chiamata. Tu sei sollevato. E' un plus. E' un modo di ricevere le benedizioni della gente" (Yogi Bhajan)

"Voi siete tutti qui; noi condivideremo con voi ogni momento della vostra vita e vi chiederemo di capire la vostra incarnazione spirituale e il vostro nome spirituale, e di provare a cercare la forza per viverlo. Senza trovare la forza di vivere la vostra identità spirituale, la vita sarà uno spreco e noi non vogliamo che venga sprecata" (Yogi Bhajan)

Come faccio a sapere che sono pronto a ricevere un nome spirituale ? 
Yogi Bhajan ha dato un nome spirituale a tutti coloro che ne hanno chiesto uno. "Quando una persona lo chiede - allora lui/lei è pronto". Ancora più importante, le sue parole senza tempo risuonano per tutti: "Ognuno merita un'opportunità per cambiare". Questo era il suo criterio che continua ad essere applicato ancora oggi.

Chi dà i nomi spirituali oggi e come vengono dati ? 
Nirinjan Kaur, Capo del personale di Yogi Bhajan, è stata addestrata personalmente da lui per oltre 30 anni, nel suo metodo di determinazione dei nomi. Si basa sulla tua data di nascita e prevede l'utilizzo del suo particolare tipo di numerologia. A volte il Siri Guru Granth Sahib (sacre scritture Sikh) è usato come risorsa. Prima della sua morte nel 2004, Yogi Bhajan ha dato la sua benedizione a Nirinjan per continuare la sua opera di dare nomi a coloro che ne facciano richiesta.

Perché agli uomini è dato il nome Singh e alle donne Kaur, come parte dei loro nomi spirituali ? 
Yogi Bhajan ha dato il nome Singh come seconda parte di ogni nome spirituale per gli uomini e il nome Kaur come seconda parte per le donne. Kaur significa "principessa o leonessa di Dio" e Singh significa "leone di Dio". I nomi Kaur e Singh trasmettono la nobiltà, la grazia, il potere, il coraggio di vivere consapevolmente.

Perché le coppie, sposate o no, spesso hanno gli stessi nomi spirituali ? 
Yogi Bhajan ha insegnato che l'obiettivo finale nel matrimonio e/o in una coppia è quello di diventare "come una sola anima in due corpi". Ha spesso dato lo stesso nome alle coppie perché avere lo stesso nome li aiuta a sperimentare l'unità e l'unicità. "Un matrimonio spirituale è un processo di fusione in base al quale l'uomo e la donna alla fine diventano la risultante della fusione, mantenendo tutti i loro punti di forza, complementandosi a vicenda, sostenendosi a vicenda e coprendo le reciproche debolezze" (Yogi Bhajan)

Cosa posso fare per entrare in risonanza con il mio nome e integrarlo nella mia vita ? 
Assumere un nuovo nome è un grande cambiamento di vita. Ogni volta che si fanno grandi cambiamenti nella vita quotidiana è sempre utile usare la regola dei 40 giorni. Secondo la tecnologia yogica ci vogliono 40 giorni per cambiare un'abitudine - per riqualificare il processo mentale e il sistema nervoso. Utilizzare il nome per almeno 40 giorni offre l'opportunità di incorporarlo nel tuo essere. Medita su di esso, scrivilo, cantalo o recitalo silenziosamente o ad alta voce e chiedi agli altri di iniziare ad usarlo. Entra in sintonia con il tuo nome come il tuo mantra personale. Lascia che diventi un riflesso della tua profondità interiore, che continuamente ricorda il più alto destino della tua anima. Yogi Bhajan ha detto che un nome spirituale può essere dato solo una volta nella vita di una persona. C'è un certo tempo e spazio - un destino - nella sua creazione.

Alcuni dei miei familiari, amici e colleghi di lavoro hanno difficoltà a pronunciare il mio nome spirituale. Cosa posso fare ?
La maggior parte dei nomi derivano dal Gurbani (la lingua sacra dei Sikh) e ci possono essere persone alle quali suoni strano e quindi, sentirsi a disagio. Spesso hanno difficoltà a pronunciarlo, o a scriverlo o ad utilizzare il nome completo - e vogliono accorciarlo.

Tieni a mente che ci vuole tempo per te ad accettare e connetterti con il tuo nome. Mettiti nei panni degli altri - abbi pazienza e compassione con i tuoi amici e familiari, nonché con te stesso. La maggior parte di noi preferisce che le cose siano facili e comode. Sta a te difendere ciò che senti sia giusto e mantenere l'impegno. Sii chi sei. Un nome spirituale ti sosterrà e ti aiuterà in questo stato dell'essere.

Più persone pronunciano il tuo nome, più esso permea il tuo essere. Quindi inizierai a sperimentare il suo potere di manifestarsi nella tua vita.

Lentamente comincia a pronunciare il tuo nome, scrivilo, ascoltalo, sentilo e sperimenta ciò che ha da offrire. Rilassarsi e divertiti con il tuo nome.

Adottare il tuo Nome Spirituale
Richiedere e ricevere il tuo nome spirituale è il primo passo. Il prossimo è quello di adottarlo come tua identità spirituale per risvegliarti al tuo destino. Molti studenti hanno trovato come importante transizione al loro nome spirituale, una cerimonia sacra di denominazione insieme ai membri della comunità. Al termine dei corsi di Kundalini Yoga una cerimonia di denominazione è spesso tenuta per coloro che hanno richiesto i nomi spirituali. Altri hanno avuto il loro insegnante di yoga a dare il nome. Le persone possono anche creare delle cerimonie per se stessi, per aiutarsi a ricevere coscientemente e poi iniziare ad usare i loro nuovi nomi. Come per altre transizioni della vita, condividere questa transizione con le persone che sono importanti nella tua vita, può renderla più significativa.

Dare un contributo libero per il Nome Spirituale
Il nome spirituale, come una tecnologia, è la chiave per il proprio destino. Tutto ciò che è veramente prezioso richiede uno scambio di energia. Yogi Bhajan ha insegnato che le tecnologie di autocoscienza sono più apprezzate quando qualcosa viene dato in cambio. È nel donare che il tuo benessere è assicurato, è il segnale all'Universo che sei pronto a ricevere.

E' possibile per chiunque richiedere il proprio Nome Spirituale attraverso la sezione del sito 3HO.org destinata a questo servizio. Solitamente, per i praticanti del Centro Yoga & Massaggi Sat Nam siamo noi a raccogliere i dati necessari e ad inviare la richiesta; così da poter organizzare una meditazione per celebrare l'arrivo del nome Spirituale insieme a tutto il gruppo. Invece per quanto riguarda la donazione, il ricevente può effettuarla direttamente sul sito della 3HO.

LETTERA DI BENEDIZIONE
inviata a Onkar Singh dalla 3HO il 18 Giugno 2008:

Sat Nam, caro fratello nel divino. Ho ricevuto con gratitudine la tua richiesta di nome spirituale e sei stato benedetto con il nome spirituale di Onkar Singh, che significa il Leone che vive in accordo con la Volontà di Dio nel Creato e che cammina con grazia e coraggio attraverso la sua vita. "Onkar" significa colui che vive in accordo con la Volontà di Dio, dentro la Creazione Divina. "Singh" significa il Leone di Dio che con grazia e coraggio attraversa la sua vita. 

Singh è il nome che Yogi Bhajan ha dato a tutti gli uomini. Egli ha insegnato che ogni uomo ha il potenziale per raggiungere un vero stato di grazia e coraggio, per essere un grande leone-guerriero e ha incoraggiato ogni uomo a manifestare questo potenziale. 

Il potere del Nome Spirituale è che più persone pronunciano il tuo nome, più esso permea l'interno del tuo essere .... e più sperimenterai il suo potere di manifestarsi nella tua vita. Consenti al potere del "NAAD" (suono spirituale) del tuo nuovo nome di avere il suo effetto vibrazionale. Lascia che la vibrazione del suono ti porti in armonia con la tua verità dell'anima. Medita sul tuo bel nome spirituale, ascoltalo nel profondo del tuo cuore e stai con il tuo Creatore.

Possa tu eccellere nell'Era dell'Acquario e illuminare l'universo mentre ci muoviamo dalla coscienza finita alla coscienza dell'Infinito. Possa Guru Ram Das benedirti e guidarti, ora e per sempre. Nel Nome del Cosmo che prevale sopra ognuno e del Sacro Nam che tiene il mondo.

Molte benedizioni,
M.S.S. Nirinjan Kaur Khalsa
-
Ti è piaciuto questo articolo ?
Iscriviti a Sat Nam Newsletter e riceverai gratuitamente articoli, informazioni e suggerimenti sullo Yoga. Riceverai inoltre i link di accesso a 2 videolezioni complete in italiano di Kundalini Yoga con Onkar Singh Roberto.

3 commenti:

  1. Il mio nome è Prabhu Kaur. È il mio cammino, ma solo ultimamente lo sento mio,(dopo una esperienza spiriutale particolare con un altro mantra)..ci sto meditando ma non con regolarità e a dire il vero non lo uso molto con gli altri, ma certo, ora che mi è molto più chiaro, lo farò. Grazie.

    RispondiElimina
  2. Il mio nome è Sangat Dyal Kaur. Mentre il mio Insegnante mi leggeva la lettera in c'era il mio Nome Spirituale e nel preciso momento in cui l'ha letto è risuonato molto in me. Grazie
    Sat Nam

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Google+