SADHANA


La Sadhana: il tuo miglior investimento

"Nella Sadhana il Sadhu vive. Nella Sadhana il nettare dell'amore di Dio ci raggiunge, nella Sadhana facciamo esperienza dell'Infinito. La Sadhana è l'esperienza giornaliera del Sadhu. Oh Yogi, diventa uno con Dio." (Yogi Bhajan)

Banner Centro Yoga & Massaggi Sat Nam
Si dice che anche gli Angeli ci invidiano, perche' soltanto quando un essere si e' evoluto nella forma umana (dopo 8,4 milioni di vite in altre forme) puo' liberarsi dal ciclo della nascita e della morte.

Nessuna altra forma ha questa opportunita'. Nemmeno gli Angeli. Per sperimentare la liberazione dobbiamo espandere la nostra consapevolezza oltre le limitazioni della nostra coscienza individuale. Soltanto allora possiamo fonderci nella vastita' del Se' Universale, il quale è la nostra vera identita'. Questa espansione richiede coraggio e sforzo costante. Richiede lavoro.

Il principale lavoro verso la liberazione è chiamato Sadhana. La Sadhana è la base, il fondamento di tutti gli sforzi spirituali. La Sadhana è il tuo personale e individuale impegno spirituale. E' il principale strumento che usi per lavorare su te stesso al fine di raggiungere lo scopo della vita. Essa puo' essere praticata da soli o in gruppo. La Sadhana è qualunque cosa tu faccia consistentemente per pulire la tua Coscienza e quindi relazionarti con l'Infinito dentro di te. Per coprire ogni aspetto dell'essere umano, essa include esercizi fisici, meditazione e preghiera.

Prima di affrontare il mondo di ogni giorno, prima che tu vada in cucina a fare colazione, prima di prendere la bicicletta per andare a scuola, correre verso l'ufficio o metterti in macchina per affrontare il traffico: fai un favore a te stesso, sincronizza il tuo sistema nervoso e connettiti con il tuo piu' alto Se'interiore.

Il potere della tua Sadhana è rafforzato praticandola insieme ad altre persone. Per andare dalla coscienza individuale alla coscienza universale, dobbiamo passare dalla coscienza di gruppo. La Sadhana di gruppo sviluppa la coscienza di gruppo. Scoprirai che la comunicazione con le persone che fanno la Sadhana con te è piu' facile che con altri, perche' avete creato una armoniosa e interiore via di comunicazione.

Ci sono certi momenti della giornata che sono migliori per meditare: l'orario ideale è dalle 4 alle 7 del mattino; quindi, per rendere positiva la transizione dal giorno alla notte, dalle 4 alle 7 della sera. Durante quelle che sono chiamate "le ore dell'Ambrosia" (le 2 ore e mezza prima che sorga il sole), quando il Sole ha una inclinazione di 60 gradi rispetto alla Terra, l'energia che metti nella tua Sadhana produce i massimi risultati. Il tuo mondo è silenzioso. E' facile meditare e concentrarsi prima del trambusto del giorno che sta arrivando. Questo è il momento di cui abbiamo bisogno per essere consapevoli di ricevere la prima energia solare del giorno. "Qualunque stupido puo' dormire ma saggio e' colui che si alza prima del Sole".

La Sadhana del mattino e' il miglior investimento del mondo. E' come mettere dei soldi sul tuo conto corrente in Paradiso. Ti fara' guadagnare almeno il dieci per cento di interesse. Per ogni ora di Sadhana del mattino otterrai dieci ore di chiarezza ! Quindi la Sadhana ideale dura almeno 2 ore e mezzo. Se assolutamente non puoi alzarti il mattino per fare la Sadhana, allora falla in un altro orario !Praticare la Sadhana in qualunque momento della giornata o della notte, ti portera' beneficio. Comunque e' un dato di fatto che il momento ottimale e' durante le ore dell'Ambrosia.

Come disse Yogi Bhajan: "Se tu non puoi fare il meglio, fai il meglio di quello che puoi fare". Se non puoi fare la Sadhana per 2 ore e mezzo, falla per un'ora; se non puoi farla per un'ora, falla per trentuno minuti o per undici minuti. Ma per l'amor di Dio, fai qualcosa !

(estratto da "Kundalini Yoga, The Flow of Eternal Power" di Shakti Parwha Kaur Khalsa)

La Sadhana per l'Era dell'Acquario

Yogi Bhajan ha dato la Sadhana per l'Era dell'Acquario nel 1992, per portarci attraverso la transizione verso l'Era dell'Acquario. Questa sadhana prepara la nostra psiche per eccellere nei nuovi ambienti dei prossimi decenni.

La Sadhana per l'Era dell'Acquario sintonizza i vostri guna, i chakra e la mente al cambiamento dell'Era. Avremo bisogno di intuizione, capacità di resistenza, sia fisica che mentale, la consapevolezza di sé, e una nuova profonda esperienza spirituale che può contenere la nostra identità a fronte di cambiamenti globali, la concorrenza spietata, il sovraccarico di informazioni, e le sfide ecologiche e ambientali.

La Sadhana per l'Era dell'Acquario è praticata dalle comunità di Kundalini Yoga in tutto il mondo. Fare la Sadhana in un gruppo sviluppa la coscienza di gruppo. Una pratica di gruppo amplifica l'impatto della meditazione. Yogi Bhajan ha detto che il gruppo non solo si aggiunge allo sforzo individuale, ma lo moltiplica.

La Sadhana può essere fatta in gruppo o individualmente. L'ideale è quello di unirsi in un gruppo di pratica ed anche coltivare la pratica individuale.

Clicca qui per visualizzare o scaricare il testo dei Mantra della Sadhana per l'Era dell'Acquario

40/90/120/1000 Giorni di Sadhana

C'è un detto comune, "Tu sei quello che mangi". Nelle scienze yogiche, c'è un altro detto, "Le tue abitudini ti definiscono"

I problemi nella vita provengono dalle nostre abitudini. Il Divino dimora nel santo, così come nel ladro. L'unica differenza è come le persone agiscono. Le nostre azioni vengono da nostre abitudini.

"Se commetti un furto, ti chiameranno ladro. Ma questo, non sei tu. Tu sei un essere umano. Tu siete la luce di Dio. Sei fatto a immagine di Dio. Hai una vita. Hai una luce. Hai una identità. Hai una personalità. Sei creato da Dio, e Dio ti ama. Ecco perché vivi sull'estensione del prana. Ogni minuto prendi quindici prana (respiro). Così il prana è il dono della vita. Ti viene dato, nonostante i momenti che hai fatto una cosa cattiva e commesso un furto. Il furto ti rappresenta come un ladro, ma che non sei tu. Se hai fatto una cosa buona, se hai fatto una cosa graziosa, se hai fatto una cosa santa, ciò non diventi tu, ma sei rappresentato come una persona santa. ( Yogi Bhajan, 1/21/88)

Il Kundalini Yoga riconosce ogni anima come perfetta, pura e divina in partenza. Non c'è nulla da riscattare o da purificare a livello di anima. L'anima è completa e bella così come è. Ma la vita si basa sulle nostre abitudini. Le nostre abitudini ci definiscono a noi stessi e ad altre persone. Con le nostre abitudini, viviamo in pace e felicità. Con le nostre abitudini, creiamo miseria e dolore. Quando cambiamo le nostre abitudini, tutto intorno a noi può cambiare.

"Le cose possono cambiare. Non c'è bisogno di sentirsi in colpa. Valmiki, il più grande santo che l'India abbia mai avuto, era un ladro lui stesso. Ma un uomo santo toccò la sua vita, lo cambò e divenne il più grande Rishi. Ovunque, si può svoltare per il buono o il cattivo. Proprio come si può avere un incidente sulla strada ovunque. Si può scivolare ovunque. Non vi è alcuna garanzia. Perciò quando facciamo sadhana, che cosa facciamo ? Sfidiamo la debolezza, la pigrizia e la nostra auto-distruzione. Sfidiamo tutto ciò che sta per distruggere noi domani" (Yogi Bhajan, 1/21/88)

Yogi Bhajan ci ha dato una tecnologia molto speciale relativa alle abitudini. Ogni singolo kriya o meditazione nel Kundalini Yoga ci cambia in modi molto specifici. Se si pratica il kriya un paio di volte, si riceve un beneficio meraviglioso. Ma se si desidera modificare in modo permanente le nostre abitudini, e realizzare i pieni effetti del kriya, questo è ciò che si può fare:

Pratica un particolare kriya o mantra ogni giorno per la stessa quantità di tempo. Sulla base del numero di giorni si esegue questa operazione, ed ecco in che modo influenzerà le vostre abitudini:

40 Giorni: Pratica ogni giorno per 40 giorni di fila. Questo romperà tutte le abitudini negative che ti bloccano dall'espansione possibile attraverso il kriya o il mantra.

90 Giorni: Pratica ogni giorno per 90 giorni di fila. Questo creerà una nuova abitudine nella tua mente conscia e subconscia basata sull'effetto del kriya o mantra. Ti cambierà in un modo molto profondo.

120 Giorni: Pratica ogni giorno per 120 giorni di fila. Questo confermerà la nuova abitudine della coscienza creata dalla kriya o mantra. I benefici positivi del kriya vengono integrati in modo permanente nella tua psiche.

1000 giorni: pratica ogni giorno per 1000 giorni di fila. Questo ti permetterà di padroneggiare la nuova abitudine di coscienza che il kriya o mantra ha promesso. Non importa quale sia la sfida, è possibile richiamare questa nuova abitudine per servirti.

Ricordate, l'abitudine è una reazione a catena inconscia tra la mente, il sistema ghiandolare e il sistema nervoso. Sviluppiamo le abitudini in età molto giovane. Alcune di loro servono il nostro più alto destino. Alcune di loro non lo fanno. Facendo 40, 90, 120 o 1000 giorni di sadhana, è possibile ricablare tale reazione a catena. Puoi sviluppare nuove abitudini profondamente radicate che servono il tuo bene più alto.

"Una parte della sadhana dovrebbe rimanere costante per un tempo sufficiente a padroneggiare, o almeno ad esperire, i cambiamenti evocati da una singola tecnica. Ogni kriya e mantra ha i suoi effetti individuali, anche se tutti elevano verso una coscienza cosmica. Impara a valorizzare il valore di un kriya, e tutti gli altri saranno comprese in una luce più chiara" (Yogi Bhajan).

Yogi Bhajan risponde alle domande sulla  Sadhana

Domanda: Qual è la più grande ricompensa di fare la sadhana ?

Risposta: La più grande ricompensa di fare la sadhana è che la persona diventa incapace di essere sconfitta. La sadhana è una auto-vittoria, ed è una vittoria sul tempo e nello spazio. Alzarsi è una vittoria sul tempo, e farlo è una vittoria nello spazio. Questo è ciò che è la sadhana. E quando si fa una sadhana con la sangat 8la comunità dei praticanti), arricchite voi stessi in diversi modi.

In primo luogo, l'isolamento che può colpire chiunque e farlo andare totalmente pazzo è sconfitto. In secondo luogo, quando tutti voi meditare su Dio, l'effetto totale della tua sadhana viene moltiplicato per il numero di persone che partecipano.

La Sadhana non è una questione di vantaggi e svantaggi. E' semplicemente un mezzo attraverso il quale puoi sconfiggere tutte le tue miserie, disgrazie e handicap. E' una cosa molto personale che non si riferisce a nessuno, tranne a te stesso.

Si suppone di passare attraverso l'autovalutazione ogni giorno. Questo è ciò che è la sadhana. Da un lato è Dio, la superiorità di te; da un lato sei tu e da un lato è il diavolo o l'inferiorità di te. Tra i tre, devi valutare te stesso.

Un sadhu è un essere che si è disciplinato. Sadhana è la tecnica di disciplinare te stesso. E' un modo scientifico per vivere.

Domanda: Ho avuto un problema con la sadhana. Mi addormento nella stessa postura ogni mattina.

Risposta: Ogni volta che hai un problema con la sadhana, sei molto fortunato, perché indica che stai lavorando su qualcosa. Questo è il momento di conquistarla, e di tirarla fuori dal tuo sistema. Ogni volta che hai un problema con la sadhana, la fortuna ti sorride. Questo è ciò che stai aspettando. Vi è una sfida, è possibile sfidarla e passare attraverso di essa.

Sfidala facendolo. La Sadhana dà coraggio e un senso di sé, così come la proiezione, combinazione di polarità, l'equilibrio, la rispettabilità, la totalità, la conoscenza del sé interno ed esterno, la purezza, la dignità, la divinità, e la grazia. Inoltre, ti dà radiosità, shakti pranica e aurica. Infine, ti dà la qualità del metallo che è sempre splendente. Diventi una grazia vivente e splendente. Questa qualità si incarna in Ioh - ferro - che può assorbire tutto il calore. Sarab loh significa quello che assorbe tutto il calore e il freddo di tutto l'Universo, e rimane ancora neutrale. Questo è ciò che ti dà la sadhana. Quando desideri essere magnifico, fai la sadhana.

Domanda: condurre gli esercizi di yoga nella sadhana è lo stesso di insegnare una lezione di yoga ?

Risposta: No. Ci sono differenze. Una differenza è la quantità del parlare che dovrebbe essere fatto. In una classe al di fuori, vi è più bisogno di ispirazione, persuasione e spiegazioni. La Sadhana si verifica nelle ore tranquille dell'ambrosia. In quel momento, principalmente dovremmo ascoltare l'Infinito.

Domanda: Devo cambiare gli esercizi e kriya ogni giorno?

Risposta: Una parte della sadhana dovrebbe rimanere costante per un tempo sufficiente a padroneggiarla, o almeno a sperimentare i cambiamenti evocati da una singola tecnica. Ogni kriya e mantra ha i suoi effetti individuali, anche se tutti si elevano verso una coscienza cosmica. Impara a valorizzare il valore di un kriya, e tutti gli altri saranno compresi in una luce più chiara.

Vi è un naturale ritmo di 40 giorni per le abitudini nel corpo e nella mente. Ci vogliono circa 40 giorni di pratica costante per rompere un'abitudine. Ci vogliono circa 90 giorni per stabilire una nuova abitudine in azione e nel subconscio. E' bene prendere questi bioritmi in considerazione quando si progetta la vostra pratica.

Domanda: Devo svegliare qualcuno che dorme nella sadhana ?

Risposta: No. Dio lo deve svegliare. L'esperienza della sadhana è tra l'individuo e Dio. Non interferire. Si può ispirare in anticipo. Se il sonno è un'abitudine cronica, discuti con la persona in un momento opportuno, ma non svegliare bruscamente qualcuno. Egli può essere ad un livello diverso di esperienza più di quanto pensi.

E' molto meglio di una persona che sta russando a casa a letto. Capisci ? La Sadhana è uno sforzo volontario per dimostrare che non sei pigro al riguardo della tua infinità. Quando il sole sorge nelle prime ore del giorno, anche gli idioti si alzano. Ma beati sono quelli che si alzano prima del sole e dimostrano che sono i figli dell'Onnipotente. Suona chiaro a voi ? Coloro che hanno coraggio apriranno le porte del cuore alle 3:30 del mattino.

Domanda: Quando sono malato, devo frequento la sadhana ?

Risposta: Se hai intenzione di stare a letto tutto il giorno con una malattia estrema, allora no. Se non è estrema (questo molti periodi mestruali), allora frequenta la sadhana e fai quello che puoi. Se non puoi esercitarti o meditare bene, almeno tenta di meditare. Successivamente, sdraiati e riposa mentre mentalmente ascolti la Shabd.

In questo modo guarirai più velocemente e manterrai il ritmo di una sadhana regolare. Esso elimina anche la tendenza ad avere malattie minori per sfuggire all' autodisciplina di una sadhana costante. In altri termini, la partecipazione a uno sforzo di gruppo e la regolarità della disciplina sono di primaria importanza. Ma non essere un fanatico al punto di aggravare una grave malattia.

Domanda: Sono un principiante e posso prestare solo un'ora alla sadhana. Un'ora ha qualche effetto ?

Risposta: Fai sempre qualche sadhana, non importa quanto breve, perché ogni sforzo della mente individuale per incontrare il Sé Universale è ricambiato mille volte. L'ideale è un perfetto due ore e mezzo di sadhana. Ma se devi correre, impara prima a camminare.

Un'ora è eccellente. Come si cresce nella sadhana, troverete il tempo per estenderla, se si vuole veramente farlo. E' bene per alcune persone iniziare lentamente. Se si tenta di scalare il Monte Everest senza salire nemmeno una propaggine prima, il fallimento potrebbe scoraggiare da tutti gli altri tentativi. Costruisci lentamente e costantemente a un ritmo che puoi mantenere, ma sicuramente fai qualcosa.

Domanda: abbiamo bisogno di un posto speciale per la sadhana ?

Risposta: Un posto speciale o un altare è l'ideale. La cura che si dà all'ambiente esterno è segno e simbolo per la mente della vostra intenzione. L'esterno rispecchia l'interno, se il luogo di meditazione è sciatto, di solito significa che non apprezzi relazionarti all' Infinito Sé, oppure apprezzi, ma non credi in esso o in te stesso.

Quando si viaggia, fai del tuo meglio per portare un senso di speciale con te ovunque  mediti.

Domanda: Devo portare i miei figli alla sadhana ?

Risposta: I vostri bambini sono il futuro. Il futuro sarà sicuro come il fondamento che è costruito nella giovane generazione. E' molto ispirante vedere lo splendore dai bambini che frequentano la sadhana. Non ci sono restrizioni. Queste ore di sonno lenitivo per loro sono le migliori, ma sono in buone vibrazioni, e inconsciamente hanno sperimentato la sadhana. Così si può semplicemente portarli con voi in modo che possano vivere in quelle vibrazioni.

Se o meno il vostro bambino debba partecipare è una determinazione individuale. Se è stato allevato nella tradizione yogica, dove il canto e l'esercizio fisico sono una parte naturale del suo ambiente, allora portatelo. Se è dirompente durante sadhana, allora la sua presenza deve essere discussa con il resto del gruppo.

Domanda: E' importante indossare un copricapo durante la sadhana ?

Risposta: Durante la sadhana, assicurati di coprire la testa con un panno naturale non statico come il cotone, e mantieni i capelli in su. I capelli regolano l'afflusso di energia solare nel sistema del corpo. Per consentire il flusso di energia solare senza ostacoli, lascia che i capelli crescano per tutta la sua lunghezza naturale, e prenditi cura di essi. Se questo è fatto, la quantità di energia che va verso il basso dal Settimo Chakra aumenta enormemente.

L'energia Kundalini viene attivata dalla forza radiante del plesso solare e si muove verso l'alto in risposta all'energia solare discendente. Questo riequilibra l'energia del corpo e mantiene l'equilibrio totale. Se i capelli sono giù, trasandati, o scoperti in modo che siano elettricamente squilibrati, questo processo naturale di elevare l'energia Kundalini sarà ostacolata.

Domanda: E' giusto subito dopo la sadhana fare un pisolino ?

Risposta: Subito dopo la sadhana è un tempo per fare qualsiasi cosa, anche mangiare il gelato. Subito dopo la sadhana fai quello che vuoi. Quello che di Dio, dallo a Dio attraverso la sadhana. Prendi quello che si prende durante il resto della giornata, è il tuo giorno.
-
Ti è piaciuto questo articolo ?
Iscriviti a Sat Nam Newsletter e riceverai gratuitamente articoli, informazioni e suggerimenti sullo Yoga. Riceverai inoltre i link di accesso a 2 videolezioni complete in italiano di Kundalini Yoga con Onkar Singh Roberto.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Google+