Se salto un giorno dei miei 40 giorni di Sadhana, è necessario ricominciare daccapo ? Se sì, perché ?


Una praticante di Kundalini Yoga domanda: "Se salto un giorno dei miei 40 giorni di Sadhana, è necessario ricominciare daccapo ? Se sì, perché ? ". Risponde Sewa Singh Khalsa, Insegnante di Kundalini Yoga da 40 anni (Per un'ampia raccolta di pubblicazioni sul Kundalini Yoga acquistabili online clicca qui):

Banner Centro Yoga & Massaggi Sat Nam
Cara Sorella nel Divino,
grazie mille per la tua richiesta penetrante. Essa ha un grande valore, in quanto parla al cuore di molte altre domande.

Come forse già sai, il concetto di fare un kriya o una meditazione per 40 giorni è una parte della tecnologia di trasformazione yogica che comprende anche le unità di 90, 120 e 1000 giorni. Praticare per ciascuna di queste unità di giorni ha il suo effetto unico sul corpo, sulla mente e  sullo spirito. (Per ulteriori informazioni consulta la pagina: http://satnamsatnam.blogspot.it/2015/08/sadhana.html)

Secondo l'antica tecnologia yogica, praticando ogni giorno per 40 giorni di fila, romperà tutte le abitudini negative che ti bloccano all'espansione possibile col metodo di yoga che hai scelto. La nostra comunità ha una vasta esperienza personale con l'efficacia di questo processo e ti incoraggio a parlare direttamente con le persone che sono state in grado di utilizzare queste conoscenze per produrre dei drammatici cambiamenti di vita positivi.

Yogi Bhajan, che così generosamente ha condiviso questa tecnologia, è stato in grado di comunicare magistralmente ad una vasta gamma di esperienze umane. Ha ispirato le persone a raggiungere la perfezione ma allo stesso tempo non ha incoraggiato il fanatismo. Per coloro che rispondevano meglio a "norme e regolamenti", con poche aree grigie, ha offerto norme e regolamenti con la forte chiarezza del "bianco e nero". Per coloro che richiedevano una profonda riflessione filosofica, ha offerto una profonda motivazione. Tuttavia, qualunque fosse la modalità o lo stile di comprensione richiesto, il suo insegnamento ci ha sempre indotto a potenziare la nostra coscienza e lo spirito verso l'unità con il Divino.

La risposta definitiva alla tua domanda .... è la tua risposta alla domanda. Quando prendi l'impegno con te stessa di avviare un processo di auto-elevazione e fai una scivolata, ti punisci e ignori lo sforzo fatto fino a quel punto, o perdoni l'errore e dai pieno credito alla purezza dell'intento e all'energia già spesa ? Sii chiara sul per chi e per cosa ti stai impegnando, e perché.

C'è una cosa magica che accade esattamente alla fine dei 40 giorni ? Cosa succede se inizi con 1 minuto di ritardo un giorno ? 10 secondi di ritardo ? Cosa succede se ti addormenti per qualche istante ? Ritieni che la magia scompaia ? Non c'è magia, questo è un processo umano con tutte le variazioni, ispirazioni e possibilità dell'esperienza umana.

Se sei il tipo di persona "norme e regolamenti" e rompi la regola dei 40 giorni, ma tieni il passo senza preoccupazioni, sensi di colpa o auto-critiche, forse l'auto-accettazione e la capacità di rilassarti completamente sono più preziose che se avessi fatto perfettamente la pratica. D'altra parte, se sei il tipo da riflessione filosofica e ricominci tutto da capo, forse il valore per la tua trasformazione sarebbe maggiore che se ti fossi convinto intellettualmente che era giusto andare avanti.

La questione di fondo è che questo è il tuo impegno, la tua vita, la tua valutazione, la tua scelta e la tua intuizione. Queste tecnologie sono per la nostra elevazione e trasformazione positiva. Quando ti relazioni con loro anche solo un po', la parte di te che è vasta, disponibile e aperta, è nutrita e risponderà in modi profondi, conosciuti e sconosciuti, per avvicinarsi alla completa unità con il Divino.

Ti incoraggio a utilizzare l'intuito per rispondere a questa domanda e ad esprimere gratitudine in anticipo per le benedizioni inestimabili che dona su di te. Per il solo fatto di aver considerato di sfidare te stessa con una Sadhana di 40 giorni, la natura ti ricompenserà in modi incredibilmente preziosi.

Grazie ancora per aver fatto lo sforzo di comunicare i tuoi pensieri così sinceramente.
Sat Nam, Sewa Singh Khalsa.

Fonte: 3HO; Traduzione di Onkar Singh Roberto

(Per un'ampia raccolta di pubblicazioni sul Kundalini Yoga acquistabili online clicca qui)

-
Ti è piaciuto questo articolo ?
Iscriviti a Sat Nam Newsletter e riceverai gratuitamente articoli, informazioni e suggerimenti sullo Yoga. Riceverai inoltre i link di accesso a 2 videolezioni complete in italiano di Kundalini Yoga con Onkar Singh Roberto.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Google+