Le Bacche di Goji, l’antiossidante che viene dal Tibet


Gli estimatori dell’alimentazione naturale e delle nuove tendenze salutistiche avranno certamente già incrociato nei negozi specializzati o nelle erboristerie una novità nel panorama dei cibi sani: le bacche di Goji. Che cosa sono, da dove arrivano e perché è consigliabile includerle nella nostra alimentazione ? (Per acquistare online le bacche di Goji, clicca qui)

Banner Centro Yoga & Massaggi Sat Nam
Perché anche i più fedeli sostenitori del cibo di stagione, fresco e a chilometro zero, guardano con attenzione a questo frutto rosso e lo consigliano sempre più spesso anche in Europa ?

In realtà, le bacche di Goji sono conosciute da migliaia di anni e considerate un elemento essenziale nella medicina cinese che le usa anche per curare una grande varietà di disturbi, oltre ad essere parte dell’alimentazione tradizionale come ingredienti per le zuppe.

Le bacche di Goji o Goji Berries (Lycium Barbarum) sono frutti di piante spontanee originarie dell’Asia, più precisamente delle valli himalayane, del Tibet, della Mongolia e di alcune aree della Cina. Il Goji appartiene alla famiglia botanica delle Solanacee (la stessa di pomodori, peperoni, melanzane e patate), e tra le altre caratteristiche che rendono interessanti i suoi frutti c’è il fatto che provenga da zone del globo ancora incontaminate, il cui suolo è molto ricco di minerali e sostanze preziose per la sua crescita. Queste bacche rosse simili a ciliegie allungate sono ormai considerate un “superfood” e i benefici che possono apportare al nostro benessere le rendono un’eccezione ai buoni e sempre validi consigli di alimentarsi con cibo di stagione e possibilmente di provenienza locale.

Uno scrigno di proprietà benefiche
Le bacche di Goji sono considerate uno degli alimenti naturali più nutrienti e soprattutto più ricchi di antiossidanti, e quindi con importanti proprietà anti-invecchiamento. In effetti un altro soprannome usato per queste bacche è “frutto della longevità” e numerose ricerche mediche hanno dimostrato che costituiscono un potente integratore naturale che può contribuire a rafforzare il nostro sistema immunitario. Il potere antiossidante delle bacche di Goji è infatti notevolmente superiore a quello di frutti come arance, fragole, mirtilli, e melograno. Inoltre, le bacche di Goji contengono più betacarotene rispetto alle carote, proteine (circa il 10 per cento), notevoli quantità di ferro (8/9 mg per 100 grammi, molto più degli spinaci, simili alle lenticchie), ben 21 tracce di minerali, 18 aminoacidi, vitamina C in quantità assolutamente superiore a quella delle arance (fino a 400 volte maggiore per unità di peso), vitamina E, vitamine del gruppo B (B1, B2 e B6), oligoelementi, polisaccaridi.

Una proposta originale per la tua colazione
Né moda né cibo miracoloso ma frutti certamente interessanti dal punto di vista dell’alimentazione naturale, le bacche di Goji hanno caratteristiche nutrizionali analoghe ai frutti rossi di casa nostra (in particolare mirtilli e melograno), ma per certi versi “amplificate”. Ci sono quindi buoni motivi per inserirle nella nostra dieta: mangiatene una manciata ogni tanto (10/15 grammi), ad esempio come spuntino fuori pasto, da sole, oppure durante la colazione.

di Claudio Monteverdi - Tratto da www.laltramedicina.it
-
Ti è piaciuto questo articolo ?
Iscriviti a Sat Nam Newsletter e riceverai gratuitamente articoli, informazioni e suggerimenti sullo Yoga. Riceverai inoltre i link di accesso a 2 videolezioni complete in italiano di Kundalini Yoga con Onkar Singh Roberto.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Google+