E' tutto nella tua mente (come controllare il dolore)


Con la pratica costante del Kundalini Yoga, cominciamo ad acquisire padronanza sulla nostra mente. Un effetto di questo è la nostra capacità di rompere i cicli di dolore nella vita che provengono da reazioni, emozioni, paure e giochi che le nostre menti giocano. (Per un'ampia raccolta di pubblicazioni sul Kundalini Yoga acquistabili online clicca qui)

Banner Centro Yoga & Massaggi Sat Nam
Nel Kundalini Yoga, alleniamo il cervello attraverso pratiche fisiche e mentali: mudra, mantra, posture, respiro e la coltivazione della quiete e della consapevolezza interiore.

Ma la mente è molto di più del solo cervello . Attraverso la mente sperimentiamo il nostro Sé. La mente esiste nell'universo, al di là del cervello fisico. Così per ottenere il controllo dei giochi della mente, abbiamo bisogno di capire come il cervello e la mente interagiscono.

Il cervello è un organo fisico del corpo. Ci sono due lati del cervello che sono collegati da un fascio di nervi chiamato corpo calloso. Il cervello è ulteriormente suddiviso in aree funzionali, includendo zone che controllano le sensazioni, le percezioni, la cognizione e la funzione motoria. Nel Kundalini Yoga, è noto che alcune kriya e meditazioni interessano differenti aree del cervello in modo diverso, a secondo di quali meridiani vengono attivati ??attraverso il movimento, i mantra, le mudra o la respirazione.

Yogi Bhajan ci ha dato molte kriya di Kundalini Yoga che lavorano direttamente sul cervello e sul sistema nervoso centrale, il quale trasmette le informazioni dal cervello al resto del corpo.

La mente è più grande del cervello. Sebbene si trovi nel cervello, essa ci collega anche con il Cosmo e impegna il nostro Sé universale. La mente ci dà il pensiero ed è in continuo movimento. Quando impariamo a controllare i nostri pensieri, allineiamo la nostra mente con la nostra anima e ci apriamo alle possibilità di successo, di felicità e di prosperità. Ma quando la mente è piena di pensieri inconsci, di attaccamenti e di proiezioni, scivoliamo nei falsi giudizi e siamo disconnessi dalla nostra vera essenza.

Quando pratichiamo Kundalini Yoga, a volte sentiamo disagio e magari anche dolore. Potresti sentir dire dal tuo insegnante che il dolore è tutto nella tua mente e che basta tenere il passo ! Yogi Bhajan ci ha insegnato che il dolore è inevitabile, ma abbiamo la scelta sul come viverlo. Spesso causiamo il nostro dolore per le reazioni emotive alla vita e per il fallimento nel controllare i nostri pensieri.

Ma tutti sappiamo che il dolore fisico è reale. Lo sentiamo e ci fa male ! La scienza ha dimostrato che il dolore è nel cervello e le indagini strumentali hanno determinato che il dolore è vissuto specificamente nell'area della corteccia del cervello. Sappiamo anche che gli individui sentono il dolore in modi diversi. Ci viene insegnato come rispondere al dolore e ci sono differenze culturali nel modo in cui viene percepito. In altre parole, le senzazioni di dolore dipendono dalle nostre risposte emotive agli inneschi nel nostro cervello . Ciò che è doloroso per me, può non causare dolore per qualcun altro, e talvolta un analogo livello di dolore è vissuto in modo diverso a seconda del contesto.

La meditazione e i mantra sono due strumenti che possono lavorare sul cervello per fornire sollievo dal dolore. Quando canto, il ritmo, i modelli sonori e i toni del mantra, sono in grado di generare una risposta di rilassamento per liberare l'attenzione della mente sul dolore. Come la lingua colpisce gli 84 punti dei meridiani sul palato della bocca e il corpo vibra, la mente si trasforma. Quindi un mantra di guarigione può avere un effetto curativo, fisicamente, mentalmente ed emotivamente !

Così la prossima volta che sei in una classe di Kundalini Yoga e stai tenendo le braccia sollevate per un lungo periodo di tempo, chiediti se si tratta di dolore o di fastidio. Analizzati con tua la mente e vedi cosa sta succedendo. Abbandonati ad un mantra, magari il "Sat" mentre inspiri ed il "Nam" quando espiri. Intensifica la tua consapevolezza del dolore fisico ed emotivo e imparerai a rilasciarlo in modo più efficace.

Fonte: Julie Eisenberg (Spirit Voyage); Traduzione: Onkar Singh Roberto
-
Ti è piaciuto questo articolo ?
Iscriviti a Sat Nam Newsletter e riceverai gratuitamente articoli, informazioni e suggerimenti sullo Yoga. Riceverai inoltre i link di accesso a 2 videolezioni complete in italiano di Kundalini Yoga con Onkar Singh Roberto.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Google+