I Guai entrano nella vostra Vita perchè siete Voi a chiederlo


L’oceano è una cosa molto calma, ma quando ci sono venti pesanti e forti, allora diventa molto mosso. Il vento rappresenta il vostro ego, più l’ego è forte, più mossa è la vita di una persona. (Yogi Bhajan)


Banner Centro Yoga & Massaggi Sat Nam
In economia abbiamo la Legge di riduzione dei profitti. Se cominciate a mangiare delle banane, ne potete mangiare una, due, tre, quattro. Alla quinta o alla sesta banana, non ce la fate più a mangiare. Potete mangiare perfino un’ottava banana, ma se qualcuno vi dicesse: “Ti darò mille dollari se ne mangi una nona”, non ce la fareste assolutamente. Questa è chiamata la Legge di riduzione dei profitti.

In realtà questa è l’esatta descrizione della vita. Il processo di crescita e deperimento è un fenomeno naturale. E’ naturale che voi cresciate e che voi vi deperiate. E’ tutto naturale. Ma nel processo della vostra crescita tutto avviene velocemente e in maniera illimitata. E poi vi stimolate con le droghe e il sesso. Così la crescita che dovrebbe essere lenta e graduale, diagonale, diventa verticale. La parte peggiore è che quando il deperimento arriva, arriva velocemente. Se avete raggiunto una determinata altezza e tornate giù, questo percorso è penoso. Perché penoso? C’è sofferenza quando fate un raffronto fra la vita allo stesso ritmo naturale, ma voi non avete un’energia naturale. Così quando salite così (Yogi Bhajan mostra con la mano una linea che va verso l’alto in aria) poi non siete naturali. Quando scendete giù così (Yogi Bhajan mostra con la mano una linea che va velocissima e dritta verso il basso), voi non siete naturali.

Se una persona si sviluppa in modo naturale ed il suo deperimento avviene in maniera naturale la vita è molto armoniosa e liscia. Perché? Perché tutto avviene nel regno della natura. Ogni stimolo esterno, dunque, non è corretto. Ogni meditazione è buona. Cos’è la meditazione? Con essa mandate via la fatica, pulite il subconscio, pulite il vostro essere e siete così naturali, così normali. C’è una storia che vi avrò già sicuramente raccontato. Ve la posso raccontare?

C’era un Imperatore cinese. Aveva ottantotto anni.
Chiamò il suo Gran Visir.
Gli disse: “Quanti anni ho?”.
Egli rispose:”Ottantotto anni, Mio Signore”.
Lui disse: “Va nelle mie dodici provincie. Trova la donna più bella in ogni provincia e portamele tutte qui. Le voglio sposare tutte”.
Gli ordini furono inviati, le donne trovate e la cerimonia ebbe luogo. L’Imperatore sposò le dodici donne.
Chiamò quindi il suo Ved, il suo medico. Gli disse: “Queste sono dodici donne. Io sono sposato con loro. Voglio avere l’energia di un ragazzo di diciotto anni”.
Il medico: “Mio Signore, voi avete ottantotto anni”. 
L’Imperatore disse: “Questo lo so. Ma io ho te”.
Il medico disse: “E’ molto rischioso”.
Lui disse: “Non importa. Fino a quando pensi che io possa vivere?”.
Rispose il medico: “Voi potete vivere fino a circa centoventi anni, più o meno”.
L’Imperatore chiese: “Perché dici così?”.
Rispose: “Voi avete ottantotto anni e sembrate un uomo di trent’anni”. Disse: “Proprio per questo te lo chiedo”.
Il medico disse: “Bene, vivrete in modo da raggiungere centoventi anni e sembrerete un uomo di cinquant’anni. Così non garantisco nulla”.
Disse: “Va bene, ma ora agisci”.
Il medico portò alcune pillole e disse: “Mio Signore, prendete queste e fate quello che dovete fare”.
Il suo assistente gli disse: “Perché gli stai dando quella medicina?”. Lui disse: “Non riuscirà a vivere che sei - otto giorni, perché preoccuparsi? Ma se vive e io non gli do la medicina, mi fa uccidere. Lascia che gliela dia”.
L’ottavo giorno il re venne trovato morto nel suo letto. L'imperatrice disse: “Come mai il mio consorte è morto nel suo letto?”.
Il dottore rispose: “Lo ha chiesto lui”.

I guai entrano nella vostra vita perché siete voi a chiederlo. Accecati dalla passione, resi folli dal vostro ego, veloci nel vostro giudizio sbagliato, non avete un comune aspetto della grazia, dignità, divinità e umanità. Voi non state usando il vostro potere angelico in modo autentico. Vivete usando il vostro fondoschiena invece di usare gli emisferi della vostra testa. Siete voi a chiedere il dolore, siete voi a chiedere la tragedia, siete voi a chiedere la morte, siete voi a chiedere le difficoltà. Non è vero che è scritto che dovete avere dei guai. I guai sono quelli che voi chiedete. L’oceano è una cosa molto calma, ma quando ci sono venti pesanti e forti, allora è molto mosso. Il vento rappresenta il vostro ego. Più l’ego è forte, più è mossa la vita di una persona. Mi piace quando il capitano dell’aereo dice: “Allora, le condizioni atmosferiche stanno creando qualche turbolenza, quindi, per favore, allacciatevi le cinture di sicurezza e sedete con calma fino a quando non l’avremo superata”. Nel frattempo noti che l’assistente di bordo, che è molto esperta e sta portando le bevande sul carrello, inizia a tremare. Questa è la vostra vita.

Nessun essere umano è nato per soffrire. Quello per cui soffrirà è la sfida attraverso la quale l’essere umano potrà crescere e diventare più forte. Questa è la legge. Ma gli esseri umani soffrono senza questa forza e ne escono indeboliti. Se da una sfida della vita o calamità o disturbo esci indebolito è solo per colpa tua. Non è naturale. Così, tecnicamente, quello che facciamo è indirizzare una preghiera a Dio. La preghiera è il nostro potere, quel potere che non ci fa restare bloccati in un meccanismo nel quale affrontiamo la vita attraverso l’ego. Se lottate nella vita attraverso la vostra verità, non avete dolore. Sarà una sfida, vi piacerà, vi ecciterà. Se questo accade siete veramente fortunati in quanto vivete una vita di essenza. Dovete capire una volta per tutte che dovete guadagnarvela questa vita. E’ prepagata, guadagnata, ed è così. E’ così.

Ora, essere nel posto sbagliato, al momento sbagliato, per una ragione sbagliata, non è richiesto. Qualcuno è andato in banca a incassare un assegno e si è ritrovato in mezzo a una rapina. Ora, che colpa ne aveva lui? Era normale, è semplicemente andato là. Ma era nel posto sbagliato al momento sbagliato. Così succede che se siete dell’umore sbagliato e siete in un luogo sbagliato, siete voi ad attirare i guai. Avete una facoltà propria degli esseri umani, che è quella di apparire sexy. Quella è la radice dei vostri guai.

Quando apparite sexy, dovete apparire sensuali. Quando apparite sensuali, sembrate in vendita, non siete mai reali così. Se voi vi impegnate ad essere originali, organici e a non essere in vendita, allora sarete socievoli e la vostra bellezza sarà quella di un mago e non di un idiota. Ogni volta che l’altra persona capta il messaggio che siete in vendita o che c’è la possibilità che voi lo siate, allora non c’è nessuna base per una relazione profonda. Diventa un atteggiamento da cacciatore. Veniamo cacciati, andiamo a cacciare, veniamo cacciati, veniamo cacciati. I pensieri legati al desiderio di caccia ci rendono assolutamente non realistici; ci allontanano dalla nostra originalità. Parliamo di qualcosa. Gli ebrei sono ebrei e gli ebrei hanno un certo modo di abbigliarsi. I cristiani sono cristiani e i cristiani hanno un certo modo di abbigliarsi. I musulmani sono musulmani e i musulmani hanno un certo modo di abbigliarsi. Questa unicità nel vestire potrebbe essere di natura meramente geografica oppure potrebbe avere una radice spirituale, può essere autentica, ma c’è sempre un codice di condotta nel vestire: coloro che hanno fede in Cristo faranno così; chi ha fede in Maometto, farà così. E’ stato così. Ora invece il codice di condotta è: “Sono in vendita”. Tutti dicono: “Quanta popolarità posso avere?”. Nessuno dice: “Quanto posso essere saggia/o?”. Non è divertente?

Così, tecnicamente parlando, quando parlate o sentite qualcosa di negativo questo vi inquina la mente. Se fate qualcosa di negativo, vi inquina il corpo. Se negate qualcosa di positivo, lo spirito e l’anima si indeboliscono. Quindi c’è una vena autodistruttiva in voi. C’è una venatura di morte in voi. La nutrite voi stessi. Se siete nati in modo naturale, vivrete in modo naturale, crescerete in modo naturale, morirete in modo naturale: è bellissimo. Questo è come deve essere. Invece vi iperstimolate, poi state con l’ombelico scoperto. Avete bisogno di vivere una vita che sia protetta, che dovrebbe essere organica, naturale, in armonia con lo stato di natura, dell’ambiente. Il flusso del tempo dovrebbe essere al vostro fianco, lo spazio dovrebbe essere giusto e non dovreste essere nello spazio sbagliato. Noi possiamo ottenere tutto questo in un modo semplice: diventando Maestri. Quando mentalmente voi confermate in voi stessi e fate il giuramento che siete un maestro e che dovete servire un Maestro, voi diventate un Maestro. Tutto è nel pensiero. Dio è un pensiero. E’ solo un pensiero, un pensiero puro che può portarvi tutto quello che volete.

Diciamo che qualcuno è violento, pieno di rabbia. Iniziate a sorridergli in quel momento. Provateci qualche volta. Guardate quanta benzina gettate su quella rabbia e su quella violenza, su quella reazione. Ci sono persone che reagiscono, persone che parlano e persone che vogliono essere conosciute, persone che vogliono la popolarità, persone che vogliono il controllo, persone paranoiche, persone che hanno paura, prendete tutti questi esempi, non sono originali. Questi atteggiamenti sono parte della venatura distruttiva che avete tutti. E’ straordinario, nessuno vuole essere riconosciuto per quello che fa. Nessuno vuole essere grande per il suo lasciar andare. Tutti vogliono manipolare. Le persone pensano che, se mettono in piedi tre barche, il viaggio sarà più breve. Invece si fanno del male e fanno una cosa senza senso.

Noi tecnicamente corrompiamo. Quando agiamo correttamente siamo bugiardi, siamo graziosamente disonesti e di temperamento siamo ladri. Questo è il nostro lato migliore, il nostro lato impulsivo. Questo è il lato che usiamo quando vogliamo raggiungere qualcosa. Come esseri umani noi siamo sobri, siamo saggi, siamo sereni, siamo seri, siamo servi, sorridiamo. Come esseri angelici siamo deliziosi, bellissimi, pieni di bontà, beati, coraggiosi e rimbalziamo di energia; e quel dramma della psiche e dell’energia in noi attrae il mondo intero. Così voi potete scegliere quello che volete essere. Nessuno potrà fermarvi. C’è un’altra cosa in voi. Voi pensate che facendo casino possiate attrarre l’attenzione su di voi. E’ solo un “Al lupo, al lupo!”, dopo un poco nessuno ci farà più attenzione. Così, tecnicamente, vediamo se riusciamo a capire di cosa stiamo parlando oggi e come possiamo raggiungerlo, perché questa è la vostra ultima lezione con me.

Stanotte celebriamo il vostro compleanno e voi vi divertite. Io sono solo ospite. Sto condividendo qualcosa con voi, come se voi foste miei. Condividevo con voi senza pregiudizi. Condividevo con voi, senza la minima idea di raggiungervi. Condividevo con voi nella gratitudine. La mia gratitudine è che qualcuno toccasse me. Sono grato di essere stato toccato. E’ stato doloroso a tratti, ma sono grato a Dio che mi ha dato il coraggio e la salute per potercela fare. Sono grato di avere una guida attraverso certi momenti nei quali una persona di grande coraggio non può sopravvivere.

L’unica cosa che mi godo nella vita è la fiducia, l’affidabilità. Se non sei degno e non sei affidabile, nessuno avrà fiducia in te. Se hai maniere superficiali e non sei affidabile non sarai mai brillante e bello. Sarai solo giallo. Sarai solo grigio.

E comprendetelo una volta per tutte, per favore. I vostri handicap viaggiano davanti a voi e la vostra reputazione è risaputa ben prima che arriviate in qualsiasi luogo. Così è molto bello per gli esseri umani lasciar andare il passato, cambiare il loro atteggiamento, avere un ‘altitudine, dare un senso a se stessi in modo che ognuno possa essere incitato con senno a farvi comprendere che siete belli, pieni di bontà, beati, degni di fiducia, pieni di grazia, con divinità e dignità e che potete essere amici fino all’Infinito. Date un senso a voi stessi. Prima apparite alla grande, apparite pieni di grazia. Abbiate a che fare con le cose a partire dalla saggezza. Ogni cosa che dite, che sia detta in maniera saggia e sia detta bene. Dite le cose che dite per permettere all'altra persona di comprendere, non solo per dire quello che volete. Ditelo bene, in modo che venga compreso. Siate inestimabili nel vestire, siate inestimabili in tutto quello con cui avete a che fare; non importa dove e perché. In tutto questo, comprendete che non c’è prezzo che possa ridarvi l’onore.

tratto da www.yogasangat.it
-
Ti è piaciuto questo articolo ?
Iscriviti a Sat Nam Newsletter e riceverai gratuitamente articoli, informazioni e suggerimenti sullo Yoga. Riceverai inoltre i link di accesso a 2 videolezioni complete in italiano di Kundalini Yoga con Onkar Singh Roberto.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Google+